Iren e l’estrazione di oro

 

Il gruppo Iren, l’operatore energetico, ambientale, infrastrutturale, attivo in un bacino multiregionale, e che ha delle quote in Acos, tramite Iren Ambiente, darà vita al primo impianto nel nostro Paese per “l’estrazione di metalli preziosi dai rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.” Il progetto è il frutto dell’accordo con Osai e Btt Italia.

Il progetto vedrà la realizzazione di un impianto, il primo in Italia, che dalle schede elettroniche Raee estrarrà oro, argento, palladio e rame. L’impianto sarà attivo dalla seconda metà del 2023.

 

(red.)